Educare allo sport o educare attraverso lo sport?

Per intenderci meglio è bene partire da una definizione di cosa significa o cosa si nasconde dietro a questa grande scatola che continuiamo a chiamare sport. Perché dire sport è troppo facile e generalizzante. Ogni suo lato, intrinsecamente connesso con gli altri, è indispensabile e necessario perché il concetto di sport regga.

Prima di tutto nello sport si sviluppa l’abilità fisica. Si sviluppa di solito nei piccolissimi attraverso il gioco e la sperimentazione dell’affinamento dei propri poteri fisici.

Dallo sviluppo dell’abilità fisica si passa poi all’attività atletica, dove da una buona conoscenza del nostro corpo si passa a un ottimo controllo di questo. L’attività atletica ha bisogno di molto tempo per affinare la nostra precisione e sensibilità di controllo del corpo stesso.

Spostandoci poi su un altro versante dei lati che lo sport ha, che va di pari passo con i primi due, ci troviamo nella socializzazione. Ogni qualvolta faccio qualcosa con qualcuno, socializzo. Questa è un’abilità estremamente importante per sviluppare una personalità sana. Tutti i ragazzi imparano attraverso questo lato dello sport a stare con gli altri, a capire che spesso insieme è meglio che soli, che hanno bisogno degli altri per raggiungere determinati obbiettivi. Non dimentichiamo che proprio la caratteristica socializzante dello sport può diventare uno strumento educativo molto forte per l’apprendimento regole.

Unendo tutte le cose che abbiamo detto, ci proiettiamo verso l’abilità sportiva in senso proprio, che è una di quelle abilità che fa grande una persona. Una buona conoscenza del proprio corpo, la conoscenza delle regole e il rispetto di queste, il rispetto degli altri sono fondamentali per essere qualcuno.

A coronare il tutto poi c’è l’abilità agonistica.

Potersi confrontare con gli altri è bellissimo. Perdere contro gli altri deve diventare un momento di riflessione e di futura crescita. Saper riconoscere la superiorità dell’avversario è una dote. Lo sport agonistico, però, non comprende solo il gesto atletico. In ogni gara, per ogni atleta si muovono decine di figure, professionali e volontarie, istituzionali e di contorno. Tutte fondamentali perché una gara si svolga correttamente, diventando al contempo un momento di festa.

L’Unione Sportiva Camporosso intende sviluppare questi concetti. Attraverso lo sport, le tradizioni locali e i principi ecologici vuole aiutare le persone ad affinare abilità fisiche, atletiche e agonistiche, sviluppare la socializzazione e il rispetto tra le persone e per le regole, contribuendo così all’educazione morale e fisica dei suoi associati.